La fotodinamica per combattere l’acne
La fotodinamica per combattere l’acne
26 luglio 2013
Elettroterapia T.E.N.S. per la cura del dolore alla spalla
Elettroterapia T.E.N.S. per la cura del dolore alla spalla
29 ottobre 2013

Il trattamento delle lesioni pigmentate per mezzo della fotodinamica

Il trattamento delle lesioni pigmentate per mezzo della fotodinamica

Il cambiamento pigmentario della pelle e l’insorgenza delle macchie sono un altro dei fenomeni di inestetismo della pelle. Si producono nel tempo, a volte causati dall’esposizione prolungata a radiazioni ultraviolette, oppure da vari fattori naturali o sintetici o di altra natura; si chiamano lentiggini, macchie di vecchiaia, in particolare sulle aree esposte del viso, decolté e mani. Anche lo squilibrio ormonale, che si può manifestare nel periodo di gestazione può provocare macchie scure che appaiono in tutta la regione del viso e che spesso persistono anche dopo il parto. Queste condizioni sono in realtà l’accumulo di melanina (il pigmento naturale della pelle) che in assenza di determinate condizioni (elasticità della pelle, irrorazione sanguigna, ecc.. ) squilibrano la pigmentazione conferendo un colore più scuro rispetto alle aree circostanti. Il principio d’azione è semplice: la luce rallenta la produzione di melanina in queste lesioni, e lo distrugge con il calore. Pochi giorni dopo l’applicazione, può succedere, che le macchie appaiono, paradossalmente un pò più scure di quanto non fossero inizialmente, per poi schiarirsi con la pulizia successiva. A volte accade anche dopo una sola seduta, ma spesso il processo di decolorazione delle lesioni è graduale, in diverse sessioni. L’efficacia del trattamento dipende da diversi fattori: la durata delle lesioni, la loro profondità, una successiva esposizione al sole, trattamenti complementari.
Le lesioni nuove e superficiali possono essere trattate con più facilità e velocità, fino alla completa scomparsa. Le lesioni vecchie e più radicate nella profondità della pelle, hanno bisogno di più attenzione e possono essere necessari molti più trattamenti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>