In forma a costo zero? Fai le scale
In forma a costo zero? Fai le scale
31 luglio 2019
Mantenersi in forma in autunno è possibile
Mantenersi in forma in autunno è possibile
30 settembre 2019

Fisioterapia efficace nel trattamento della cefalea tensiva

Fisioterapia efficace nel trattamento della cefalea tensiva

La cefalea tensiva, quella che in passato era definita cefalea muscolo-tensiva, cefalea psicogena, essenziale, idiopatica, è una delle forme più frequenti di cefalee.

La terminologia con cui si definiva in passato è stata cambiata in quanto tendeva a dare una causa certa o univoca del disturbo, mentre oggi si ritiene che le cause scatenanti possono essere multiple.

Ma che cos’è la cefalea tensiva? Quali sono le cause? La fisioterapia è efficace nel trattamento di questo disturbo?

Cos’è la cefalea tensiva?

Si tratta generalmente di un mal di testa persistente, non pulsante, di intensità lieve o media che interessa solitamente la regione occipitale.

A seconda del numero degli episodi la cefalea tensiva si distingue in

– episodica infrequente (almeno 10 episodi che si verifichino per meno di 12 giorni all’anno)

– episodica frequente (almeno 10 episodi che si verifichino per 1-14 giorni al mese per almeno 3 mesi)

– cronica (più di 15 giorni al mese da più di 3 mesi)

Quali sono le cause?

Come dicevamo, le cause scatenanti possono essere multiple. Alcuni dei fattori che possono scatenarla sono:

– forte stress fisico e mentale

– ansia

– depressione

– cattive posture

– disturbi mandibolari

Alleviare la sintomatologia dolorosa dovuta a questo disturbo significa innanzitutto migliorare la qualità della vita di chi ne soffre. Naturalmente spesso vengono utilizzati farmaci antidolorifici nel trattamento della cefalea tensiva. Secondo alcuni studi, inoltre, ci sarebbe la conferma che tecniche di fisioterapia come massaggi, TENS, manipolazioni ecc. e (a seconda della causa dell’insorgenza del problema) esercizi posturali mirati, avrebbero un’efficacia significativa nella riduzione dei sintomi e del dolore.

Ovviamente come in tutti i problemi di salute è fondamentale consultare uno specialista*, e a seconda della gravità e delle cause del problema valutare insieme a lui la strada da intraprendere per trattare il disturbo.

Lo staff di Carfea Italia

*Le informazioni riportate non sono consigli medici. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>