Nella pratica sportiva e non solo, i tendini vengono sottoposti a continui microtraumi cui si può ovviare con l’uso di diverse terapie, tra cui la magnetoterapia.

Il ruolo chiave dei tendini

I tendini sono robuste strutture fibrose dal colorito madreperlaceo che legano i muscoli alle ossa o ad altre strutture di inserzione.

I tendini trasmettono la forza generata dai muscoli alle ossa consentendo la conversione dell’input meccanico in segnali biochimici.

Queste forze fisiche svolgono il lavoro fondamentale per preservare l’omeostasi del tendine, mantenerne la stabilità, sia delle proprietà chimico-fisiche interne che comportamentali, assicurando i movimenti del corpo.

Tuttavia, il sovraccarico, movimenti sbagliati o ripetitivi, di fatto provoca lesioni ai tessuti tendinei, il che ci porta a parlare dell’importanza della rigenerazione dei tendini.

Elastici ma non troppo

Come dicevamo, la principale funzione dei tendini è quella di trasmettere la forza esercitata dai muscoli alle strutture alle quali sono connessi.

Per sopportare tutte queste sollecitazioni, spesso violente, i tendini sono dotati di un’elevata resistenza e di una minima elasticità.

Si calcola infatti che uno stiramento del 10% sia più che sufficiente per lacerare le fibre tendinee più deboli.

Così come il muscolo anche il tendine reagisce agli stimoli esterni adattandosi e modificando le proprie caratteristiche. Il continuo processo di rinnovamento cellulare permette ai tendini di adattarsi gradualmente ai carichi di lavoro sia che questi aumentino o che diminuiscano.

Tuttavia questo processo è abbastanza lento, e in ogni caso di gran lunga inferiore rispetto a quello muscolare, essendo i tendini, strutture scarsamente vascolarizzate con un consumo di ossigeno piuttosto ridotto.

Per questo motivo diciamo che la loro rigenerazione è piuttosto lenta.

E questa loro caratteristica ci aiuta a comprendere perché, quando a causa di un aumento troppo rapido della massa muscolare, si è maggiormente esposti a traumi che interessino i tendini.

La magnetoterapia nella rigenerazione dei tendini

Tra le varie pratiche mediche risultate efficaci nella cura e prevenzione degli infortuni che colpiscono i tendini, vi è l’uso di strumenti biomedicali, in grado generare campi magnetici, magnetoterapia.

Recenti studi hanno ampiamente mostrato come l’uso della magnetoterapia sia risultata efficace a causa della sua capacità di modulare lo sviluppo cellulare, favorendo la rigenerazione del tendine.

Oggi in commercio si possono trovare una vasta gamma di apparecchiature biomedicali in grado di generare campi magnetici.

Noi di Carfea Italia saremmo felici di poterti guidare nella scelta spiegandoti in dettaglio quali sono i benefici della magnetoterapia, non solo nella rigenerazione dei tessuti tendinei, ma anche in molte altri campi.

Il nostro staff di professionisti è a tua completa disposizione per ogni eventuale chiarimento.

Lo staff di Carfea Italia

 

NOTA – Le informazioni riportate non sono consigli medici. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere del tuo medico.

16 gennaio 2020
Terapia Fotodinamica

Terapia Fotodinamica cos’è e come funziona?

La terapia fotodinamica o PDT è una tecnica impiegata con successo nel trattamento delle affezioni e dei disturbi cutanei di diversa origine e natura. La sua […]
11 dicembre 2019
Elettrostimolazione

Elettrostimolazione perché non scartarla

Quando usare l’elettrostimolazione e quali risultati si hanno? Per rispondere a questa domanda dobbiamo innanzitutto capire come funzionano i nostri muscoli. Muscoli ed elettrostimolazione I muscoli […]
26 novembre 2019
Terapia con ultrasuoni

Terapia con ultrasuoni i pro e i contro

Terapia con ultrasuoni, ma esattamente cos’è e quali sono i pro e i contro? Come funziona la terapia con ultrasuoni? Gli ultrasuoni, come già possiamo comprendere […]
30 ottobre 2019
magnetoterapia

La magnetoterapia essenziale nella rigenerazione dei tendini

Nella pratica sportiva e non solo, i tendini vengono sottoposti a continui microtraumi cui si può ovviare con l’uso di diverse terapie, tra cui la magnetoterapia. […]